Pinocchio



Ancora una volta diventa necessario, e non per fare i bastian contrari per partito preso, distinguersi da buona parte delle recensioni della prima ora. Chi scrive non ha fatto parte degli incensatori acritici di La vita è bella. Lo ritenevo e lo ritengo un film a due teste, con un primo tempo sfilacciato e retorico e un secondo tempo rigoroso ed efficace, tanto da dover richiedere rimaneggiamenti sostanziali per la circuitazione all'estero. Dinanzi invece ai dubbi e alle perplessità variamente articolate di fronte a quest'ultima prova di Roberto Benigni credo che invece la risposta non possa che essere: questo è il primo vero film dell'attore regista toscano. Perché qui, per la prima volta, la macchina-cinema gira a pieno ritmo e ogni professionalità viene lasciata esprimere nella giusta misura. A partire dallo stesso Roberto che finalmente contiene la sua prorompente personalità di attore ponendola totalmente al servizio del personaggio. Perché allora Pinocchio è stato letto con sguardo accigliato? Perché in Italia la lente deformante della politica sembra essere ormai l'unico filtro agli accadimenti. Se il Foglio decide a priori che ogni respiro dell'attore toscano è un insulto all'umanità perché a sinistra si è storto il naso?

Fonte Mymovies





Putlocker-Rapidshare-Wupload-Uploaded



Top Commenti
comments powered by Disqus