La Principessa Nuda



Per un regista, come Canevari, che ha sempre lavorato con budget ridotti o ridottissimi, questo La principessa nuda è perfino eccessivo in termini di povertà dei mezzi e delle idee sul copione; la sceneggiatura di Canevari e Antonio Lucarella (che pare prenda spunto da un fatto concretamente avvenuto e pertanto si premura di non fare cominciare il film prima di aver esplicitato con una didascalia che la storia è totalmente un prodotto di fantasia!) è stiracchiatissima, 'spalmando' una trama minuscola su quasi cento minuti di pellicola. Inoltre, al di là dei nomi di Tina Aumont e di Luigi Pistilli, il cast risulta pressochè anonimo e a tutti gli effetti gli attori non sono eccezionali; qualcosa di buono si può dire delle musiche di Detto Mariano, anche se in una scena di ballo, improvvisamente, compare dal nulla una versione strumentale di Birthday dei Beatles, mai accreditata nè sui titoli di testa, nè su quelli di coda. Continua a leggere!





Topvideo-Rapidvideo



Top Commenti
comments powered by Disqus