Kolya



Nella Praga del 1988 ancora sotto la dominazione sovietica, un musicista attempato e non allineato accetta di sposare una russa per convenienza: a lei andrà il passaporto cecoslovacco, a lui un bel gruzzolo di soldi per comprarsi una Trabant e pagare qualche debito. Ma a nozze (non) consumate la consorte scappa in Germania lasciando il piccolo Kolya, suo figlio, davanti alla porta del marito per caso. Il bambino parla solo il russo e piange nella vasca da bagno: l'uomo, dapprima sconvolto, imparerà a conviverci fino al crollo del blocco comunista. Presentato alla Mostra di Venezia '96, vincitore del Globo d'oro e dell'Oscar come migliore film straniero, l'opera familiare di Sverak figlio (regia) e Sverak padre (sceneggiatore e protagonista) ha il dono di mostrare drammi e lacerazioni con l'arma dell'ironia, del contrappunto non urlato, del fraseggio allegro (ma non troppo). Sotto il segno della morte (cimiteri, lapidi da restaurare) scivola forse nel sentimentalismo, ma il ricatto funziona. Continua a leggere!


Trailer

Film Completo



Nowvideo-Openload-Rapidvideo-Fastvideo-Nitroflare-Nowdownload-Rapidgator



Top Commenti
comments powered by Disqus