Il cameraman e l'assassino



Colto e allegro, Benoît e' un omicida periodico dedito all'eliminazione di "pesci piccoli" (vecchi, pensionati, donne sole). Una piccola troupe lo segue e filma i suoi delitti. Delitto dopo delitto (16 in tutto), la distanza tra l'assassino e chi lo filma diminuisce fino ad annullarsi. Film estremo con importanti risultati teorici. È una fiction ma e' girato come un documentario. Fa ridere e vergognare di aver riso. Dice che il male e' impenetrabile e che al cinema puo' soltanto essere messo in scena ma che, mettendolo in scena o guardandolo, se ne diventa complici. Dimostra che il cinema e la TV stanno procedendo verso l'indecidibilita' delle immagini: registrazioni della realta' o la sua messa in scena o una via di mezzo?Continua a leggere!





Nowvideo-Nowdownload-Netload



Top Commenti
comments powered by Disqus