Hans



Louis Nero, 35 anni, regista indipendente nato a Torino, in questo suo terzo lungometraggio (L'AltroFilm, 2006), racconta l'ossessione del protagonista Hans Scabe per i rifiuti. Hans soffre dall'infanzia di un disturbo mentale ereditario che lo porta a sviluppare una vera e propria fobia per gli scarti, che teme vengano prodotti dagli uomini di colore con lo scopo di farglieli ingurgitare. Con uno stile di ripresa sperimentale che si serve di una recitazione sopra le righe e inquadrature ravvicinate o deformate, il regista si cala nella mente disturbata di Hans adottando una narrazione totalmente in prima persona. Il regista utilizza il pretesto della schizofrenia per riflettere anche sul tema del razzismo. Il protagonista, associando i rifiuti ai neri, si trasforma in un antieroe portatore di valori negativi come la violenza e la xenofobia. rnLouis Nero, con Hans, prosegue la sua ricerca di un cinema antinaturalista e sofisticato, lontano dalla produzione mainstream italiana.





Megavideo-VideoWeed-Videozer-Wupload-FileServe



Top Commenti
comments powered by Disqus